Il Glossario

dell’Influencer Marketing

Tutto quello che devono sapere gli addetti ai lavori per sfruttare
l’influencer marketing in modo consapevole.

L’influencer marketing, come tutte le discipline, ha un suo linguaggio. Alcuni dei termini più diffusi, come follower e YouTuber, sono ormai entrati a far parte del nostro vocabolario. Altri, invece, non sempre sono comprensibili dai non addetti ai lavori. Per questo abbiamo pensato di scrivere un glossario: una raccolta delle parole e delle espressioni più utilizzate in questo campo da utilizzare in caso di necessità.

Per facilitare la ricerca i termini seguono un ordine alfabetico. Inoltre, il glossario viene aggiornato regolarmente inserendo nuove voci o aggiornando quelle già presenti, in modo da essere sempre al passo con le evoluzioni dell’influencer marketing.

Audience

Può avere due significati. Nel primo caso si può tradurre con “pubblico di riferimento”, e indica le persone che un’azienda vuole raggiungere con i propri messaggi. Nel secondo caso, invece, equivale al termine “seguito”, e indica le persone che seguono un determinato influencer.

Quando il primo si sovrappone al secondo si ottengono i risultati migliori.

Brand ambassador

Letteralmente: “ambasciatore del brand”. Il brand ambassador è il rappresentante di un brand, ne condivide i valori e spesso diventa il volto dell’azienda nelle campagne di marketing. Trasformare un influencer in brand ambassador può avere un impatto molto forte e portare risultati notevoli.

Brand awareness

Indica il livello di notorietà del brand, il grado di conoscenza di un marchio tra i consumatori e la facilità con cui viene ricordato. Più immediato è il ricordo di un brand nella mente del pubblico, migliore è la sua brand awareness.

Campagna di influencer marketing

Una campagna è l’applicazione della strategia per raggiungere un obiettivo specifico. Le campagne di influencer marketing prevedono la collaborazione tra aziende e influencer per ottenere risultati prefissati e condivisi attraverso la pubblicazione di contenuti legati al brand sui canali dell’influencer.

Contenuti sponsorizzati

Contenuti è il termine utilizzato per indicare testi, immagini o video condivisi online. I contenuti sponsorizzati sono quelli che vengono promossi sui canali degli influencer e coinvolgono prodotti, servizi o aziende. Possono essere creati dall’azienda, dall’influencer o da entrambi secondo i termini previsti dalla partnership.

Engagement

Traducibile con “coinvolgimento”, l’engagement indica se e quanto il pubblico interagisce con un profilo o un contenuto. Like, commenti e condivisioni sono diverse forme di engagement.

Follower

Sono i seguaci di un brand, di un influencer o di un qualsiasi utente sui social media. I follower sono le persone che seguono un determinato account e aspettano aggiornamenti regolari e rilevanti.

Impression

Sono le singole visualizzazioni di un determinato contenuto. Le impression indicano il numero di volte in cui un’immagine, video o post è stato visto da un utente. Attenzione però: le impression dicono che il contenuto è stato visto, non che è stato letto o guardato, né tantomeno che c’è stata un’interazione.

Influencer generated content (IGC)

Sono i contenuti prodotti dagli influencer con massima libertà creativa. La voce del brand viene veicolata attraverso il profilo dell’influencer, ma i contenuti vengono creati dall’influencer stesso mostrando un grado maggiore di autenticità.

Influencer

Sono persone con un ampio seguito sul web, che hanno la capacità di influenzare comportamenti e opinioni grazie al loro carisma e alla loro credibilità. Spesso sono specializzati in nicchie di mercato molto precise, in cui dimostrano competenza guadagnandosi la fiducia del pubblico.

KPI

Sta per Key-Performance-Indicator (indicatori chiave di prestazione) e indica i parametri da monitorare in funzione del raggiungimento di un determinato obiettivo. Ogni campagna di marketing ha i suoi KPI, che vanno chiaramente definiti prima del lancio in modo da poterne valutare l’efficacia.

Macro-influencer

Sono le celebrità del web. I loro account social hanno un seguito superiore ai 100 mila follower e sono conosciuti dal grande pubblico.

Media-kit

È un documento digitale utilizzato dagli influencer per offrire la loro collaborazione alle aziende. Si tratta di una sorta di portfolio, dove l’influencer dice chi è, cosa fa e come, mostrando la propria esperienza e il proprio valore.

Micro-influencer

Sono gli influencer della porta accanto. Hanno un seguito che va dai 10 ai 100 mila follower e generalmente sono specializzati in una nicchia ben precisa o in un territorio specifico. I loro seguaci sono molto affezionati e il tasso di engagement è mediamente molto alto.

Nicchia

Un segmento di mercato con caratteristiche precise. Come le aziende si specializzano in determinate nicchie, lo stesso vale per gli influencer che si appassionano a tematiche specifiche diventando delle autorità in materia.

Reach

Si può tradurre con “copertura” e indica il numero di individui raggiunti da un contenuto sui social. Solitamente si distingue tra copertura organica (i contenuti non sono sponsorizzati) e a pagamento (i contenuti sono sponsorizzati).

ROI

Sta per Return-Of-Investment (ritorno sugli investimenti) e indica quanto rende il capitale investito in un’azione di marketing. Nell’influencer marketing il ROI mostra il successo di una campagna e si misura sulla base degli obiettivi che di volta in volta ci si prefigge.

Word of mouth

Word of mouth significa, letteralmente, passaparola: una delle leve di marketing più potenti in assoluto. Indica il consiglio disinteressato delle persone che sentiamo vicine e, se inizialmente era solo offline, si è progressivamente spostato online grazie ai social. L’influencer marketing può essere considerato una forma di passaparola su larga scala.

YouTuber

Una delle tipologie di influencer più conosciute è quella dello YouTuber. Una persona che usa come mezzo di comunicazione principale il video e ha un grande seguito su YouTube.